Lavoriamo in stile Polifonico

Nata per gestire e promuovere la pratica della Polifonia, oggi Parsifal è un vero e proprio soggetto culturale polifonico.

Diversi ambiti, distinti ma interconnessi, costituiscono l’ossatura del suo essere un Ente Culturale del Terzo Settore, che risponde e dialoga con il mondo culturale, sociale ed istituzionale: formazione culturale e professionale nell’ambito musicale, produzione e distribuzione della musica e dello spettacolo, progettazione e gestione nell’ambito dell’industria della cultura.

 

Centrati sulle Persone e orientati al Bello

 

Il volto odierno dell’associazione, rappresentato prevalentemente dal Coro Polifonico Parsifal, è frutto di una continua storia fatta di inclusione di soggetti singoli e di intere realtà che sono confluite in un contenitore sociale e culturale in grado di dialogare in modo intergenerazionale con la Persona ed i suoi bisogni di promozione e determinazione anche nel campo artistico e musicale.  

Lo stile collaborativo, qualitativo e dialogico hanno portato questa Associazione ad interagire sul piano regionale con i più prestigiosi contesti professionali e rappresentativi “dell’industria musicale pugliese”. A cominciare da ARCoPu e Feniarco di cui il Coro Polifonico vi fa parte fin dal 2001. L’attività primaria del Coro Polifonico Parsifal lo ha portato, nel 2002, all’assegnazione del Titolo onorifico di “Città di Mesagne” sua città nativa, ma ancor di più nel 2011 al riconoscimento di “Coro di Interesse Nazionale” ad opera del Mibact.

Non sono di secondo piano le collaborazioni con tutte le orchestre Ico della Puglia: l’Orchestra Sinfonica T. Schipa di Lecce, l’Orchestra della Magna Grecia e l’Orchestra della Città metropolitana di Bari, non di meno la sua presenza all’estero mediante di tour prestigiosi come nel 2006 in Germania.

Nel nome di Parsifal

In un nome un intero programma: dalla semplicità alla grandezza, dalla lungimiranza al risultato.

La presenza costante, silenziosa quasi nascosta delle sue attività centrano il concetto di incubatore culturale a servizio delle comunità di riferimento in cui essa opera: Mesagne e Brindisi.

“Idealità” e “Concretezza”, i tratti distintivi del personaggio mitologico risultano essere il programma operativo di questa realtà che, viva e presente nel territorio, di volta in volta non tradisce mai la grandezza e la soddisfazione del raggiungimento del risultato.